Seguimi su Instagram Aggiungimi su Facebook Seguimi su Twitter Aggiungimi su Google+ Segui il Canale di Youtube

tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1

12 gen 2019

Un milione di volte buonanotte di Kristina McBride [recensione in anteprima]

Si inizia l’anno in modo scoppiettante con una nuova autrice portata direttamente dall’Ohio da Newton Compton Editori: Kristina Mcbride con il suo romanzo “Un milione di volte buonanotte” ti farà venire voglia di rileggerlo… un milione di volte.
Appena letta la trama mi aveva incuriosita perché pensavo si trattasse di un romanzo sui liceali, ragazzini messi alla prova con i primi amori e i primi intrighi, che mi fanno sempre rilassare e ricordare tempi passati e invece mi sono ritrovata tra le mani un autentico capolavoro di suspense, amicizia e amore. Niente in questo libro è lasciato al caso, nessun particolare è scritto senza un motivo. Per questo, dato che si è lasciato questo alone di mistero fin dalla lettura della trama, avviso che seguiranno degli SPOILER, non tantissimi ma comunque qualcosa, purtroppo, devo rivelare.



ATTENZIONE RECENSIONE 
CON SPOILER

11 gen 2019

L'amore che mi porta a te di Carmen Bruni [recensione]

Tornare a casa, essere accolti da una famiglia che ti vuole bene, che ti ama, che ti regala baci e abbracci. Questo è l’esempio di amore che ogni bambino dovrebbe avere. Questa è l’esperienza primaria che i neonati prima e i bambini poi devono avere per confrontarla con le relazioni future.
Ma per Juliette tutto ciò è una fantasia, una mera utopia. Una madre assente e annichilita dalla depressione e un padre-padrone che decide della sua vita e la picchia in continuazione. Ecco la sua famiglia. Malsana e disfunzionale. Ed è per questo che Juliette decide di scappare di casa, dopo l’ennesima “lezione di vita”, impartitale dal padre. Con mille ferite sul corpo e sanguinante si trascina lontano da casa, fino a giungere nelle stalle di un famoso hotel di Miami.



7 gen 2019

Come una foglia d'inverno Vol 2 di Penelope White [recensione]

Buongiorno ragazze! Inauguro il nuovo anno con una nuova recensione, ovvero Come una foglia d'inverno: quando l'amore non basta di Penelope White. Dove eravamo rimaste????
Dopo una serie di peripezie, April pensava di poter vivere felicemente insieme a Jay: riceve una bellissima ed emozionante proposta di matrimonio, finalmente tutto filava liscio... fino a quando...  

RECENSIONE 1° VOLUME (QUI)

Il mondo è praticamente fermo, per me, in questo momento. Nulla si muove se non infiniti pensieri di Jay nella mia testa; sono di nuovo a terra è vero ma, allo stesso tempo, sono pronta a rialzarmi per combattere e guardare in faccia la realtà, perché è questo ciò che spero di fare: guardare negli occhi Jay e farmi dire la verità.”

Fu cosi che d'impulso decise di prendere un aereo per New York e cercare Jay per scoprire una volta per tutte la verità. Ma la realtà purtroppo supera tutte le aspettative... in negativo. 




3 gen 2019

KARAJA make - up [recensione prodotti]

Buonasera ragazze, oggi ho il piacere di parlarvi di qualcosa di diverso dai nostri amati romance. 

Ho avuto la fortuna e il piacere di inziare a collaborare con KARAJA un'azienda italiana di make up. E che make up!
Karaja realizza prodotti professionali per il make - up che mi hanno letteralamente sorpreso.

E poi chi non ama il make up?

Tutte!

Come sempre, lo sapete, sarò franca nelle mie recensioni.

Karaja, mi ha omaggiato con una serie di prodotti, (alcuni già provati), altri ancora chiusi, ma che io non vedo l'ora di testare. ^_^
Oggi, però, vi parlo di alcuni di loro.


 2° make up 




I trucchi usati per questo make up sono: 


OMBRETTI - Silver Palette n. 2

MASCARA- Lash master Triotech mascara n.1

FONDOTINTA - Skin Velvet n 3

EYELINER -Turboliner n1

MATITA OCCHI VERDE - Eye fly soft eyeliner n 8

ROSSETTO MATTO - Matt contour & fill n 4



1° make up



Ho sposato un maschilista di Joanne Bonny [recensione in anteprima]

Femministe all’ascolto, una bella notizia per voi. Il 3 gennaio grazie alla Newton esce il romanzo d’esordio di Joanne Bonny, pseudonimo di una scrittrice italiana, che appena pubblicato il romanzo in versione self, fu ritirato per essere venduto grazie a questa casa editrice. Ho letto voracemente questo romanzo, grazie al fatto che ci troviamo in un reality show. Si avete capito bene, un reality show , tipo Uomini e donne. Emma Fontana dopo essersi vista negare ingiustamente la dovuta promozione come reporter, per colpa del fatto che lei è una donna, quindi potrebbe procreare da un momento all’altro, decide di fondare la sua rivista: “Revolution”, una rivista scritta da donne per le donne. Qui le uniche notizie non sono gossip o presunti tradimenti di vip, ma interviste a Michelle Obama o Samantha Cristoforetti.

Il termine signorina è uno stupido retaggio della società patriarcale, che serve solo a catalogare la donna in base alla sua appartenenza o meno a un uomo. Come se senza di esso noi fossimo monche, indegne di essere delle donne complete”.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...