• Eventi
  • LifeStyle
  • Contatti
  • Segui il Canale di Youtube Aggiungimi su Facebook Iscriviti al mio gruppo Facebook Iscriviti a Istagram Seguimi su Twitter Aggiungimi su Google+
    Image and video hosting by TinyPic Image and video hosting by TinyPic Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic Image and video hosting by TinyPic
    tag foto 1 tag foto 1 tag foto 2 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6 tag foto 7
    Qualcosa di più è disponibile anche su KINDLEUNLIMITED

    Il leone di Roma di Adele Vieri Castellano [recensione in anteprima]

    Quando ho visto che la Castellano stava per pubblicare un nuovo libro ero felice e non vedevo l’ora di leggerlo e farmi trasportare nel passato come è successo con Marco Quinto Rufo e Livia.
    Qui troviamo Massimo Valerio Messalla un soldato e figlio di un senatore obbligato dal padre morente a sposare una donna che ovviamente non potrà scegliere lui.
    Ottavia Lenante non è la solita ragazza patrizia, snob e attirata dai gioielli e dagli uomini, ma una donna erudita che legge di astronomia, di matematica e scienza.
    I loro primi incontri non sono così pacifici e quando scopriranno che devono sposarsi vorrebbero far cambiare idea ad entrambi i padri. Ma questo non sarà possibile.
    Cosa che amo di questa autrice è il modo in cui descrive le ambientazioni. La voglia di partire per Roma e Alessandria d’Egitto era tanta perché ne racconta ogni aspetto, colore e usanza senza essere pesante o troppo “documentario storico”.



    Massimo Valerio Messala è un soldato, un uomo di razionalità e forza e lealtà, un leader nato, un figlio destinato a continuare la stirpe e… dal cuore spezzato. Come può sposare Ottavia che non è nemmeno così bella e che sa pensare con la propria testa e che preferisce i libri alla scoperta del mondo maschile?
    Ovviamente il destino o meglio gli dèi ci metteranno lo zampino e i due impareranno a conoscersi.
    La storia tra i due procede lenta, perché nel mezzo Massimo e il suo migliore amico Raganhar sono impegnati in una missione di vendetta nei confronti di un nomade che ha torturato Massimo e ucciso un loro amico. Massimo non si dà pace per questa storia e finché non avrà preso quest’uomo non avrà pensieri per altro. Ma Ottavia piano piano gli entra dentro, scopre che hanno la stessa mente e gli stessi interessi e che Massimo in passato ha sofferto. Ovviamente non mancheranno la gelosia, i fraintendimenti, le lupe (prostitute) sono all’ordine del giorno nella Roma del 50 d.c e i complotti per far fuori le persone poco gradite.
    I toni sono quelli di un romanzo rosa, la narrazione è veloce e le scene di sesso anche se sono poche sono molto intense ed erotiche come piacciono a me. Anche se ci sono delle digressioni durante il racconto credetemi che la storia fluisce e rapisce e rende il tutto più emozionante.
    Penso che leggerò altri libri di questa autrice e magari aspetto una storia tra Rhagnar e Giulia amica di Ottavia che durante il racconto hanno avuto incontri interessanti.
    A presto

    Sara. ;)

    Cosa aspetti? SBRIGATI a CONDIVIDERE questo post 👍
    Pin ThisShare on Tumblr

    1 commento:

    Grazie per aver lasciato il tuo pensiero.

    QUALCOSA DI PIU' sarà disponibile su tutti gli store dal 3 LUGLIO
    Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...