Giveaway,

Non fate come me di Max Bruno [recensione] + GIVEAWAY

12:13:00 Ella Gai 30 Comments

Grazie a Rizzoli ho avuto la fortuna di leggere in anteprima Non fate come me, di Massimiliano Bruno.
E in tutta franchezza, ho trovato il romanzo: spigliato, fresco a volte cattivo, ma soprattuto vero! Ma d'altronde cosa aspettarsi di diverso da un autore come Bruno?! 

 Per chi ancora non avesse fatto 2+2, Massimiliano Bruno è un regista, nonchè sceneggiatore molto... molto famoso, (da cinefila non posso non conoscerlo ^_^).
Ma non è un regista come tanti, ha all'attivo diverse pellicole, tutte di grande successo, ultima in ordine di uscita in sala è Beata Ignoranza, con Marco Giallini e Alessandro Gassman, che io ho visto e aprezzato. Anche se ho i miei film preferiti della sua filmografia: Nessuno mi può giudicare e Viva L'Italia, quest'ultimo trasmesso di recente in TV.


Tornando al romanzo, Non fate come me racconta la storia di un uomo CINICO, PESSIMISTA (a volte), e anche un pò stro...zo,  ma che ha due grandissimi enormi pregi. Due qualità molto più uniche che rare: è buono e dice sempre di "sì" a tutti.



Ruben, il nostro protagonista, è Bridget Jones al maschile.
È un uomo imperfetto sia ne fisico che nell'animo. 
Un giorno, mentre passaggia con la sua fidanzata Francesca, con la quale non è più in sintonia, assiste a un incidente stradale. Una ragazza dai capelli biondi distratta dal suo cellulare viene investita a folle velocità da un suv. E da quel momento in poi nella mente di Ruben si apre una voragine di se e di ma che hanno imperniato tutta la sua vita fino a quel momento.

Ruben si rende conto di aver "gettato" la sua vita accontentando sempre tutti, senza mai dare un NO categorico. "Amando" donne con le quali non avrebbe mai messo su famiglia, e svolgendo un lavoro che in realtà non ha mai apprezzato, e forse, rimpiangendo l'unica donna che abbia mai voluto.



Insomma...  grazie (purtroppo) all'incidente della ragazza, Ruben si sveglia da un letargo durato quasi quarant'anni.
E così tra un passeggiata per i quartieri di Roma, e un ricordo felice e uno no. Tra  l'intrusione del suo portiere che gli chiede di continuo notizie sportive o il costante pettegolezzo delle vicine di casa, alle telefonate incazzate del suo datore di lavoro, Ruben prende una decisione.
Decide di scavare nel suo passato e affrontarlo per trarre le conclusioni di ciò che è oggi come uomo e liberarsi da quel senso di oppressione e di maniere troppo gentili che da anni lo affliggono. 
Redige una lista con i nomi delle persone che lo hanno influenzato e lo hanno portato a essre un uomo che non sa dare dei NO. Perché, in fondo nella vita i NO servono anche a renderci forti e indipenenti.

[...] A casa mia invece funzionava che tu non sapevi a chi dire NO perché mio padre non c'era mai fisicamente e mia madre era assente psichicamente. E io a chi cazzo di di NO? Al nulla? Sia ben chiaro non mi sto lamentando. Mi sarebbe potuta andare molto peggio, sarei potuto nascere in belgio ed essere violentato da un maniaco per vent'anni in un seminerrato o essere un bambino musulmano a Sbrenica durante il massacro del '95, sarei potuto venire al mondo su un barcone libico guidato da qualche scafista bastardo o semplicemente essere il rampollo demente di una grande famiglia di imprenditori. Niente di tutto questo, sono stato, come molti, il figlio di due teste di cazzo, ma questo non mi ha impedito di vivermi una classica vita di sofferenze non diversa da quella degli altri.
 [...] butto giù la lista di persone con cui ho qualcosa in sospeso: - mio padre - mia madre - mia sorella - quella merda di Bretella [...]

È un piano geniale, se non fosse che la macchina lo lascia a Orte e il primo destinatario della sua lista: suo padre, è il primo al quale non riesce a dire nulla.

Lo stile del romanzo è fresco e molto fluido. E, nonotante, all'apparenza, possa non interessare a una lettirce di romance, vi posso assicurare che il modo in cui la vicenda è narrata è così coinvolgente da non riuscire a smettere di leggere il libro.
Si vive in sintonia con Ruben, che con voce fresca e anche un pò di stronzaggine ti racconta tutta la sua vita, e lo fa analizzando cosa e chi l'abbia portato a essere quello che è.

Ho sempre sognato di diventare una merda di cui tutti parlano male, fregandomene altamente dei giudizi, sorseggiarmi uno Yamazaki single malt a bordo piscina e farmi fare un pompino da una bionda di diciannove anni.

Ma è grazie a Beatrice, la nipote sedicenne, quasi diciasettenne, (una sorta di Beatrice di Dante Alighieri nella divina Commedia), Ruben rivede, affronta la madre, la sorella drogata, che scappa dal centro di riabilitazione per voler fare la cantate, e scopre come comportarsi nei confronti del suo datore di lavoro.
Dal punto di vista narrativo l'incontro con questi personaggi rappresenta un crescendo di autostima di Ruben. Se con il padre non riesce nemmeno a parlare, partendo dal pressuposto che forse la colpa è sua, con Perez il suo datore di lavoro, ultimo della sua lista, non parla quasi più. Anzi si presenta al suo cospetto, dopo giorni passati in giro per l'italia, con le mani in tasca, (si fa per dire) con l'assoluta consapevolezza che lui è un tiranno e che da lì a dieci minuti verrà licenziato.
Ma, ovviamente, non sarà così, lascio a voi la possiblità di scoprire cosa accade. Il finale poi, ti lascia a bocca aperta. A un certo punto non sai se è Ruben ad aver sognato a occhi aperti, oppure se in un frangente, che per noi dura diversi giorni, Ruben abbia visto tutta la sua vita con altri occhi, come se anche lui fosse uno spettatore, un lettore della storia. Ed è proprio sul finale, ovviamente, che comprendi tutto il senso della storia di Ruben e del suo "Non fate come me".

Quando  dico che il romanzo merita, non lo dico per carineria nè nei confrotni dell'autore nè in quelli della CE. Lo dico assolutamente convinta delle mie parole.
Il romanzo è ben costrutito, non annoia mai (e questo credo che sia una delle carti vincenti del romanzo), ha quel ritmo che io sento scorrere nelle vene ogni volta che leggo un libro che mi sa emozionare e mi apre la mente. Ha un crescendo costante, il personaggio di Ruben matura, e si prende sempre più cura di se, non solo fisicamente, ma soprattutto psicologicamente.
Non fate come me è un invito esplicito a non diventare Ruben, ad aprire gli occhi, a cercare di diventare nella vita chi si vuole. E non importa sei hai un padre fedigrafo, una madre "folle", per certi versi, o una sorella così egosita da addossare la colpa dei propri insuccessi alla figlia minorenne, che  invece bada a lei come una mamma.
Non importa!
Il messaggio è chiaro: FREGATEVENE.
Vivete la vostra vita, come se non ci fosse un domani. Assaggiate tutto della vita e non abbiate RIMPIANTI.
Dai libri, dopotutto, bisogna sempre imparare a trarne grandi insegmaneti. 

Un abbraccio.
Ella <3


Ringrazio Rizzoli per avermi permesso di leggere in anteprima questo romanzo e avermi dato l'opportunità di realizzare un GIVEAWAY di una copia cartacea.
Cercherò di farlo autografare dall'autore, ma la cosa la vedo difficile.
Nulla è perso, però.  Io ci proverò!

CHIUSO


Per partecipare al GIVEAWAY:

✔Commentare la recensione indicando la propria email. (potete farlo anche tramite fb)
✔Diventare fan della mia fanpage CLICCA QUI
✔Seguire la pagina Rizzoli CLICCA QUI
✔ Condividere il giveaway e taggare 3 amici.

Il giveaway scadra  il 3 novembre alle 23:00. A ogni commento verrà assegnato un numero e l'estrazione verrà fatta tramite sito random.org , o se l'autore è disponibile, potrà farla anche lui.
Io ci metto il mio. ;)

30 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Partecipo molto volentieri la recensione mi ha un sacco incuriosito
    La mia mail è: elisabrunori@libero.it
    Sono iscritta come: Ely46
    Link condivisione: https://www.facebook.com/elisa.s.brunori/posts/1713033628707948?pnref=story

    RispondiElimina
  3. WOW un bellissimo libro forte sicuramente, ma interessante !!! mi piacerebbe molto leggerlo
    Condiviso e taggato
    la mia mail :marianna1056@hotmail.it

    RispondiElimina
  4. Partecipo al giveaway 🍀🐞
    Il romanzo sembra proprio interessante!

    Lettori fissi: Rosy Palazzo
    Mail: rosy.palazzo1612@gmail.com
    Facebook: Rosy Palazzo

    https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=996030397215358&id=100004252210765

    Grazie mille per l'opportunità!

    RispondiElimina
  5. confermo partecipazione
    grazie dell'opportunità
    marianna Di Lorenzo

    RispondiElimina
  6. Partecipo volentieri e la mia mail è marty27994@libero.it. Grazie per questa opportunità

    RispondiElimina
  7. Adoro il film "Nessuno mi può giudicare" però non conoscevo questo sceneggiatore
    Interessante la trama,molto contemporaneo l'argomento,sono del parere che in ognuno di noi ci sia una pezzo di Ruben da debellare
    Partecipo volentieri,grazie a te per questa opportunità
    mila.mali@hotmail.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivisione
      https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1472252056224670&id=100003196684014

      Elimina
  8. Partecipo volentieri nerovelo@gmail.com
    Bellissima recensione provo a vincere prima di acquistare

    RispondiElimina
  9. Partecipo credo k sia tutto molto interessante danybaser@gmail.com

    RispondiElimina
  10. Partecipo molto volentieri e complimenti per le recensione. La mail è concettavese@gmail.com

    RispondiElimina
  11. https://www.facebook.com/luigi.dinardo.56/posts/10214616987526723
    Ruben sono io, è assodato! Partecpo volentieri! ;)
    Luigi Dinardo
    luigi8421@yahoo.it

    RispondiElimina
  12. Complimentiper la recensione,partecipo annamagnani75@libero.it,https://www.facebook.com/salvatore.pio.9/posts/690499237813410

    RispondiElimina
  13. Bella recensione e libro interessante .
    Partecipo
    Mail:giusy.onnis. 2671@gmail.com

    RispondiElimina
  14. Sembra davvero un bel libro da come ne parli!
    email: marco.smeraldi8@gmail.com
    su fb sono Marco Smeraldi
    ecco la condivisione: https://www.facebook.com/smeraldi.marco/posts/1363080603804017

    RispondiElimina
  15. Wow sembra davvero un bellissimo libro. ❤
    La tua recensione mi è piaciuta moltissimo perchè sei riuscita a descrivere perfettamente tutte le emozioni che questo romanzo racchiude e che il lettore non può fare a meno di cogliere. ❤
    Gli estratti che hai scelto mi hanno colpita moltissimo, perchè il dolore che l'autore ha provato sulla sua pelle è quasi palpabile. ❤
    Anch'io come lui non ho mai vissuto appieno la mia vita, mi sono sempre preoccupata del giudizio degli altri, non ho mai saputo dire di NO, e forse ancora oggi vivo la mia vita a metà. ❤
    Non vedo l'ora di conoscere Ruben, che è già diventato un mio amico. ❤
    Comunque ahimè non conoscevo questo libro, ti ringrazio moltissimo per avermi permesso di scoprirlo sul tuo blog, e non sapevo nemmeno che quest'autore fosse il regista di 3 film che ho nella mia lista dei film da vedereeee. . . ❤
    Spero di recuperare tutto il prima possibile!!! ❤

    Partecipo molto volentieri al Giveaway ❤
    Spero che alla fine ci sia anche l'autografo e ovviamente spero che la fortuna sia dalla mia parte. ❤
    Seguo il blog con il nome: Elysa Pellino
    La mia email: mora_1993_@hotmail.it
    Sono fan della pagina Facebook del blog "Ella Gai" + della pagina Facebook della casa editrice "Rizzoli" con il nome: Elysa Pellino
    Ho condiviso questo post sulla mia bacheca Facebook in modalità ( Pubblica ) taggando la pagina del blog "Ella Gai" + 3 amiche :)
    Link Condivisione: https://www.facebook.com/elysa.pellino/posts/10211365055375876?pnref=story
    Grazie per la partecipazione!!
    Buona Fortuna a Tutti ❤

    RispondiElimina
  16. partecipo e condivido =) bellissima recensione che ti spinge a leggere il libro!!! Seguo il tutto come Rosa Tea e la mia mail è valegrey80@gmail.com

    RispondiElimina
  17. Wow che recensine O.O Mi hai incuriosito moltissimo.
    Provo a partecipare al Give la mia e-mail è salvatoreilliano95@hotmail.it
    condivisione: https://www.facebook.com/salvatore.illiano.95/posts/10208760780650678
    Lettori fissi: Salvatore Illiano
    Mail: salvatoreilliano95@hotmail.it
    Facebook :Salvatore illiano
    Twitter: d_froncillo

    RispondiElimina
  18. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  19. confermo partecipazione
    grazie dell'opportunità!
    FB: Chicca Tamburrino
    e-mail: pleadi@inwind.it
    https://www.facebook.com/chicca.tamburrino/posts/1414724235313420

    RispondiElimina
  20. Una cosa è certa, la tua recensione suscita curiosità :D
    Grazie mille per l'opportunità !

    mail: angelina.alboreo@hotmail.it
    FB: Angela Ekaterina Alboreo

    cond: https://www.facebook.com/angie.lamaze/posts/880389825451349

    RispondiElimina
  21. Non conoscevo questo autore e non sapevo fosse un regista....ma a lui va il merito di aver finalmente trasformato un"Uomo" nello stereotipo femminile Bridget Jones...e direi anche FINALMENTE!!!!!
    Mail: patty_1986@hotmail.it
    link di condivisione fb: https://www.facebook.com/patrizia.gangi/posts/10215312572833039

    RispondiElimina
  22. Partecipo vicky83.co@gmail.com
    Facebook veronica frau cartina.
    Grazie

    RispondiElimina
  23. la trama è stupenda d'impatto e originale, non avevo mai letto un libro scritto da un regista e quindi mi incuriosisce molto :)
    marialice pompilii su fb
    rosaspina86@gmail.com
    https://www.facebook.com/marialice.pompilii/posts/10215149214468876?pnref=story

    RispondiElimina
  24. Partecipo *_*
    La mia email: alessia.pellino94@hotmail.com

    RispondiElimina
  25. Il libro mi sembra davvero molto interessante, quindi partecipo con piacere.
    lauradomy@hotmail.it

    RispondiElimina
  26. bella recensione
    partecipo con piacere
    fb Carla Antognoni
    carla.antognoni@libero.it

    RispondiElimina

Grazie per aver lasciato il tuo pensiero.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
tag foto 1 tag foto 1 tag foto 2 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6 tag foto 7