tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 2 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6 tag foto 7

22 feb 2018

Honor (The Breaking Point Series Vol. 1) di Jay Crownover [recensione]

Oggi vi parlo di Honor primo libro della serie di autoconclusivi The Breaking Point di Jay Crownover che non vedevo l’ora di leggere e grazie alle Newton che lo ha portato in Italia ho potuto farlo.

Abbiamo lasciato Honor che scappava dalla sua vita a The Point, stufa di fare la spogliarellista, in cerca di una vita senza crimini e senza Nassir si rifugia in una ridente cittadina degli Stati Uniti. Nassir la lascia fare, le lascia lo spazio di cui necessita finchè non si presente da lei con un’offerta di lavoro e un invito a tornare a casa.
Non vedevo l’ora di leggere questo libro perchè Nassir sembrava un personaggio oscuro, dal passato così misterioso che volevo assolutamente sapere cosa gli fosse capitato e perchè Honor vedeva in lui qualcosa che la spingesse ad amarlo. Si capisce che i due provano qualcosa di forte, ma ancora nulla è stato messo in chiaro.
Parto subito col dirvi che le mie aspettative sono state deluse, la Crownover ha fatto un lavoro meraviglioso con Bax, Reeve e Titus ho adorato l’atmosfera, la storia senza troppi frinzoli e la dura verità della vita di strada, ma qui si è trattenuta. L’autrice stessa dice che è stato difficile scrivere di Nassir e lo posso capire, ma non ha fatto quello che mi aspettavo. Il lato cattivo non è mai venuto fuori per davvero, a parte qualche scena. Si è concentrata più sulla storia tra i due che sui personaggi stessi, infatti del passato di Honor ho capito ben poco.
Come sempre qualcosa sta succedendo in città, perchè ad un tratto il nuovo club di Nassir viene preso di mira e sembra che qualcuno voglia sabotare l’attività. Credevo di trovare il diavolo per davvero, credevo di trovare un personaggio al confine tra bene e male e una donna combattuta che deve imparare ad accettare quel lato del suo uomo.
Ero un combattente, un uomo che agiva non per passione, ma perchè non aveva altra scelta. Il mio era lo schieramento della disperazione, nel quale non c’erano regole; ero un esercito formato da una persona sola, che lottava per sopravvivere e salvarsi la pelle.
Honor e Nassir trovano la salvezza l’una nell’altro, ciò che però ho apprezzato è il fatto che Nassir sia rimasto lo stesso. Non ha avuto un cambio repentino o ha mollato la sua vita per lei. Hanno imparato ad aprirsi, a fidarsi e rispettarsi tra un attentato alla vita di Nassir e una ex fidanzata gelosa.
Sei proprio come me. Ti sei guadagnata il tuo posto mentre io mi prendevo il mio.
Tieni a questo posto e alla gente che lo frequenta. Tieni a me anche se sai che non dovresti. Sei l’unica persona per cui sia valsa la pena aspettare.
Sono contenta che questi due personaggi si siano trovati e di averne incontrati di vecchi, ma la Crownover con questo libro non è stata eccellente. Aspetteró la storia di Booker però, perchè è pur sempre una autrice che vale la.pena leggere.

Sara  

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver lasciato il tuo pensiero.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...