tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 2 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6 tag foto 7

15 mar 2018

Hai bussato al mio cuore di Brittany C. Cherry [recensione]

Un anno fa entravo a far parte del blog di Ella recensendo ti amo per caso. Per festeggiare recensirò hai bussato al mio cuore, ultimo della serie elements di Brittany C. Cherry.
Fin’ora ti amo per caso è stato il mio preferito in assoluto, le emozioni che mi aveva fatto provare erano inspiegabili. Ma dopo aver finito questo, posso dire che non solo è il migliore, ma penso sia diventato uno dei miei libri preferiti.
È stato un’esplosione di sentimenti e sensazioni, un’altalena continua di amore, rabbia, paura e risate.



Graham è il nostro protagonista maschile dal cuore di ghiaccio, ha ormai perso la facoltà di provare sentimenti per le persone. Fa lo scrittore ed è sposato con Jane, ma il loro matrimonio è solo un pezzo di carta firmato come un altro.
Lucy, Lucille come la chiama lui, è l’esatto opposto: solare, positiva e compassionevole e sempre in prima linea per dare una mano a chi ne ha bisogno.


Anche le anime più oscure possono trovare 
la luce dal tuo sorriso”

Infatti quando Jane abbandona Graham con la figlia appena nata in terapia intensiva l’unica persona sulla quale può contare è Lucy. Lui non sarà affatto gentile, sarà scontroso, schietto e pronto ad allontanarla ad ogni costo. Lei risponderà sempre col sorriso, sarcasmo e tanto amore.

Era solo un uomo che in passato era stato ferito e stava cominciando ad aprirsi, lentamente, grazie all’amore della figlia.

Il suo passato è violento, triste e l’unica persona alla quale voleva bene e lo proteggeva lo ha lasciato, una volta cresciuto si è rifugiato in se stesso e niente sembra poterlo tirare fuori.
All’inizio il libro è angoscioso, triste ma piano piano il tono cambia, perché anche Graham cambia, ci sono momenti in cui ho riso e momenti in cui ho sospirato.


Eravamo destinati a vivere il nostro lieto fine, 
mentre i nostri cuori si innalzavano fino alle stelle 
e i piedi restavano piantati a terra.

I due protagonisti sono davvero in sintonia, due opposti che entrano in collisione creando uno spettacolo magnifico che arrivati alla fatidica scritta “fine” vi mancheranno un sacco, rendendovi tristi al dover chiudere il libro.
Sara ;)
 

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver lasciato il tuo pensiero.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...