tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 2 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6 tag foto 7

22 mag 2018

Blackwood di Celia Aaron [recensione]

Dopo aver letto Nate di Celia Aaron (romanzo autoconclusivo e non collegato con questo) ho iniziato la lettura di Blackwood non sapendo cosa aspettarmi: amore? Thriller? Sarebbe stato all’altezza di Nate che mi aveva colpita così tanto?


Posso dire con certezza che sì, è stato totalmente all’altezza del precedente. C’è sempre come base della storia un intrecciarsi di due storie: una di mistero, morti da spiegare e misteri da svelare e l’altra di amore, con due personaggi forti e in questo caso anche spezzati: Garrett ed Elise.
Elise, studentessa di archeologia, ha un compito segreto da portare a termine: trovare il colpevole della morte di suo padre. Ormai rimasta orfana decide di far luce sulla morte di suo padre che è rimasta isolata nel mistero. La nostra protagonista è tenace, forte, pronta a tutto pur di scoprire la verità e voltare pagina. Si era aspettata di tutto, sapeva a cosa poteva andare incontro, sapeva che era rischioso e pericoloso, ma non aveva messo in conto che il pericolo maggiore non era scoprire verità scomode o rimanere coinvolta in qualche losco affare, il pericolo maggiore era sentire il proprio cuore collegato a Garrett. Garrett che lei conosceva molto bene, almeno sulla carta; lui e la sua famiglia erano i sospettati principali della morte di suo padre. Tutto si aspettava da quel ragazzo con gli occhi blu come il mare, non di certo però l’uomo freddo e strano che le si è presentato di fronte.


I misteri erano fatti per essere risolti, le verità per essere portate alla luce”.

Garrett è un eremita, distrutto dalle vicende della sua vita che lo hanno portato a vivere una vita in solitudine fin quando non vede lei, Elise, la sua Rossa. Per una serie di sfortunati eventi Garrett e Elise si trovano sotto lo stesso tetto e da questa convivenza forzata nasce un amore, passo dopo passo, fatto di attenzione, cambiamenti e attrazione. L’autrice è riuscita a scrivere benissimo le caratteristiche dei due personaggi e mi è piaciuto molto il personaggio maschile, così forte e testardo ma anche così dolce e incline al cambiamento di fronte alla donna che lo ha conquistato.
Tra persone scomparse, sparatorie, cinghiali, baci di fuoco e inseguimenti come finirà la storia tra Garrett ed Elise? Elise riuscirà a trovare il colpevole della morte di suo padre? Vi consiglio di leggere questo romanzo per dare risposta a tutte queste domande e a molte altre che nel corso della lettura vi porrete.

Chiara

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver lasciato il tuo pensiero.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...