tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 2 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6 tag foto 7

14 giu 2018

Queen: la regina indomabile Vol2 di Megan March [recensione in anteprima]

Io ero il diavolo in persona”, è questo quello che pensa di sé Lachlan Mount, protagonista della trilogia Mount di Meghan March.
Ho letto il primo libro in poche ore, non riuscivo a staccarmi dalla storia, il secondo l’ho praticamente divorato.
Abbiamo conosciuto Keira Kilgore e Lachlan Mount e la cosa che più ho apprezzato è la forza di entrambi i personaggi. Non ho cambiato idea anzi, ho avuto la conferma di quello che pensavo perché tutto si intensifica ancora di più e conosceremo meglio quest’uomo tenebroso, circondato da un'aurea di mistero.



 Il primo libro si era concluso con un grosso colpo di scena, diciamo un “Lazzaro” dei nostri tempi che poi tanto “Lazzaro” non resta; il secondo parte con uno stacco temporale diverso perché ci sarà un ritorno al passato per capire qualcosa di più su Mount. Ritorneremo subito al presente e al momento esatto in cui Mount lascia la stanza di Keira e lei scappa. Da questo esatto momento entreremo in sintonia con i due protagonisti, la storia sarà ancora ricca di colpi di scena e, almeno per me lo è stato, con qualche grido di esultanza per alcune scelte di Mount, fino a gran finale che vi lascerà con il fiato in gola. 

Sono Lachlan Mount. Mi sono trascinato fuori dalle fogne di questa città ostile, ho cambiato identità, ho imparato tutto quello che serve per sopravvivere, anzi, per prosperare.
 
Confermo quanto detto nella recensione al primo volume e all’inizio di questa recensione; due personaggi con una forte personalità.
Mount, in questo secondo romanzo, farà vedere un po’ di amore verso Keira, farà vedere che lei è la sua debolezza e un re non può averne se vuole continuare a dettare le regole nel suo impero e nella sua città. Keira, invece, sarà sempre più forte, riuscirà ad avere qualche informazione in più e vedere Mount come un uomo e no come un pericolo, si trasformerà in una donna ancora più forte, una regina. Un re ed una regina, un uomo potente che ha bisogno di una donna forte per poter continuare a governare il suo impero.

 
Keira Kilgore è il mio esatto contrario. 
Lei è pura. Innocente. Incredibilmente pura.

Per la prima volta la lotta di potere 
non sembra avere la priorità. 
È qualcosa di diverso.
 Qualcosa di più spaventoso.


Molte misteri ancora non sono stati svelati come il perché Mount abbia “un’ossessione” per Keira ma, secondo me, nel terzo volume, che non tarderà ad arrivare, tutto avrà un senso. Il secondo volume di questa trilogia che definirei adrenalinica è una lettura che non delude ma che vi terrà incollate alla storia perché è tutto un susseguirsi di eventi che vi stimoleranno ad andare avanti. 

So anche di essere più coinvolto di quanto dovrei, 
ma non riesco a tirarmi indietro. Non voglio.

Ci sarà un’evoluzione nella storia impressionante. Come nel primo volume, anche qui il POV sarà alternato e questo darà ancora più spessore alla storia, ho apprezzato molto la traduzione, tutto è molto curato e ogni parola scelta vi farà vivere quei momenti, dai più intensi ai più “romantici”, non mi resta quindi che augurarvi buona lettura perché sicuramente è uno di quei libri che merita davvero di essere letto. 
Francesca 

P.s il secondo volume è in promo.
 

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver lasciato il tuo pensiero.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...