tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 2 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6 tag foto 7

20 set 2018

Sei l'amore che vorrei di K.A. Linde [recensione]

Ben ritrovate, oggi vi voglio parlare di “Sei l’amore che vorrei” di K.A. Linde, ultimo libro della “Avoiding series”. È stato un libro molto difficile e tormentato, l’ho ripreso più volte perché mi mancava la voglia di leggerlo, ma non vi anticipo nulla.
Lexi finalmente è riuscita a lasciarsi il passato alle spalle e, dopo il matrimonio del suo Jack, riesce finalmente a vivere la sua storia con Ramsey. Una telefonata inaspettata mette in dubbio tutte le sue certezze e prendere la decisione più importante della sua vita. Riuscirà Lexi a mettere pace e chiarezza nella sua vita e nel suo cuore?



Come vi ho detto è stata la prima volta che un libro non è riuscito a catturarmi; sentivo che mancava qualcosa alla storia, forse poca passione o personaggi troppo statici, un libro che ho davvero amato e odiato. Ho letto di una ragazza tormentata, confusa e alla fine anche se è riuscita a seguire il suo cuore è rimasta lo stesso insicura, e di una donna forte e decisa nel campo professionale, ma totalmente insicura nel campo sentimentale.
 
"Lui le sistemò una ciocca ribelle dietro l’orecchio, così vicino che quasi poteva assaporare l’odore familiare che associava a Jack. Era come acqua di colonia muschiata, sesso e tensione combinati in un miscuglio delizioso."

"Fissarla a quel modo avrebbe dovuto essere illegale. 
Non era giusto che detenesse ancora un controllo 
così ferreo sul suo corpo."
 
"Era così tanto tempo che cercavano di opporsi a quei sentimenti che Lexi non riusciva nemmeno a esprimere a parole la sensazione di sapere che Jack l’aspettava, che la voleva, che poteva averlo…"

"Era l’anello di una promessa- la promessa di dedicarsi a lei, amarla, trattarla come meritava. E, indossandolo, lei gli prometteva lo stesso."
Gli uomini del libro, si sono parecchi gli uomini presenti in questo libro e ancora non ho capito bene il senso di alcuni. Sono… non trovo le parole giusti per definirli. A tratti passionali, ma molte volte è come se non esternassero i loro veri sentimenti, mentre altre volte sembrano più innamorati del personaggio femminile. Non mi è piaciuto il costrutto presente/ passato, fortunatamente gli ultimi capitoli erano tutti dedicati al presente. Chi mi conosce sa che io non sono un’amante dei libri scritti in terza persona, ma ci sono delle eccezioni, questo sicuramente non è stata un’eccezione, molte volte non riuscivo a capire il personaggio che parlava, era tutto molto confusionario; ancora ora non so come sono riuscita ad arrivare alla fine della lettura. Detto questo non scoraggiatevi dalla mia recensione, è solo un’opinione personale e quello che a me non piace per altri è bellissimo. 
Un bacio Francesca.

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver lasciato il tuo pensiero.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...