tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1 tag foto 2 tag foto 2 tag foto 3 tag foto 4 tag foto 5 tag foto 6 tag foto 7

22 ott 2018

Chi ha ucciso mia sorella di Julia Heaberlin [recensione]

Buongiorno ragazze oggi vi parlo di Chi ha ucciso mia sorella di Julia Heaberlin, scopriamo insieme la trama;
Ha pianificato questo momento da quando aveva solo dieci anni.
Ossessivamente, metodicamente, ha previsto ogni dettaglio, si è immaginata ogni possibile scenario. Adesso è quasi certa che l’uomo che ha rapito e ucciso sua sorella sia seduto sul sedile del passeggero proprio accanto a lei. Carl Louis Feldman è un fotografo e sostiene di non avere alcun legame con la serie di omicidi avvenuti in Texas molti anni prima, ma una scatola di vecchie fotografie fa sospettare il contrario. Determinata a scoprire la verità, la ragazza l’ha convinto a seguirla in un viaggio di dieci giorni, loro due soli. Chi è davvero Carl Louis Feldman? Ha veramente ucciso sua sorella? È un impostore o un uomo dal cuore spezzato? Un artista o un pazzo? O, magari, a essere pazza è la ragazza seduta al posto di guida…





Ci è voluto un tempo infinito per trovare
 l'uomo che credo abbia ucciso mia sorella. 
Anni. 
Decine di colloqui. 
Centinaia do sospetti. 
Migliaia di documenti. 
Giorni passati a leggere, rubare, inseguire. 
È stata la mia unica ossessione da quando avevo 
dodici anni e da quando la bicicletta di mia sorella 
non percorse mai le tre miglia 
che separavano la nostra casa da quella 
dove svolgeva il suo lavoro da babysitter.”


Io sono la sua controfigura Carl. 
Un guscio che ha la sua forma, carico di dinamite, 
pronto alla vendetta.
 L'attrice nervosa dietro le quinte, che attende 
di salire sul palcoscenico. 
I protagonisti saremo io e te.”



Avevo voglia di leggere qualcosa di diverso, e leggendo la trama ho trovato il libro giusto.
Trama coinvolgente, colpi di scena impossibili da prevedere, fanno sì che il lettore sia incollato al libro, anche se a mio avviso alcuni capitoli erano troppo lunghi e noiosi.
La scrittrice è riuscita a creare un personaggio (quello della protagonista) complesso quasi maniacale, che riesce ad architettare un piano articolato e quasi macabro pur di trovare la verità sulla scomparsa di sua sorella. Anche il personaggio di Carl è un personaggio... particolare, in quanto in alcuni momenti sembra essere un povero uomo affetto dalla sindrome di demenza, altre volte sembra essere cosciente della situazione. Ad arricchire il tutto ci sono delle fotografie che, credetemi ragazze, e leggete questo libro di notte, sicuro che vi viene un coccolone! ahahahah


Sei una piccola anatra buffa. 
Sottolineando piccola. E buffa. 
Mi chiedo perché tu non sembri minimamente 
preoccupato del fatto che potrei uccidere anche te.”


Consiglio vivamente questo libro a chi ama i thriller. A presto.
Antonella


Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver lasciato il tuo pensiero.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...