Seguimi su Instagram Aggiungimi su Facebook Seguimi su Twitter Segui il Canale di Youtube

tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1

7 apr 2019

Un ricordo ti parlerà di noi di Colleen Hoover [recensione in anteprima]

Sicuramente è una delle letture più attese di questo 2019 e sono davvero orgogliosa di averne avuto l’anteprima; ragazze pronte perché Colleen Hoover è tornata e oggi, grazie alla Sperling & Kupfer, vi parlerò di “Un ricordo parlerà di noi”. Preparate i fazzoletti perché sarà un libro strappalacrime.

La storia tra Quinn e Graham è stata una vertigine di emozioni fin dal loro primo rocambolesco incontro. Si sono conosciuti nel giorno peggiore della loro vita, e da allora non si sono più lasciati. Oggi, però, quell'amore perfetto è minacciato dalle mille imperfezioni del loro matrimonio. Gli errori, i segreti e gli inevitabili contraccolpi della vita, accumulatisi nel corso degli anni, li stanno distruggendo. E allontanando. Non è facile individuare chi abbia più colpe. Ed entrambi sono bravi nel fingere che nulla sia cambiato. D'altronde, è duro ammettere che si è arrivati al capolinea quando l'amore c'è ancora. Si tende a credere che un matrimonio finisca solo quando la rabbia e il disprezzo prendono il posto della felicità. Ma Quinn e Graham non sono arrabbiati l'uno con l'altra. Semplicemente non sono più gli stessi di un tempo, stentano a riconoscere nell'altro la persona di cui si sono innamorati e il loro rapporto è pericolosamente vicino a un punto di non ritorno. A un passo dal vuoto, tuttavia, il ricordo di chi erano e una promessa racchiusa in una scatola di lettere custodita da tempo potrebbe salvare il loro amore, e loro stessi. Perché, a volte, l'amore ha soltanto bisogno di ritrovare la strada di casa. 
È difficile ammettere che un matrimonio possa essere finito quando l’amore c’è ancora.
 Questa volta ho preferito lasciarvi la sinossi del libro perché nessuna introduzione può descrivere a pieno questo romanzo. Non sarà facile parlarne perché le emozioni sono state tantissime ma, come sempre, cercherò di essere imparziale.
Il romanzo ha una struttura presente/ passato proprio perché dobbiamo conoscere fino in fondo la storia di Quinn e Graham e di come sono arrivati ad un vicolo cieco nella loro storia. Conosceremo il loro passato e il loro presente; un passato fatto di amore e coincidenze e di un presente fatto di amore e incomprensioni.
È strano che io riesca a sentire la mancanza di una persona che è ancora qui.

È strano che io riesca a sentire la mancanza del fare l’amore con una persona con cui faccio sesso.

Quinn e Graham sono sposati ormai da otto anni ma, di colpo, il loro matrimonio è diventato solo di facciata. Ci sono problemi all’interno delle loro mura ma che esteriormente non lasciano vedere. Si allontanano ogni giorno di più e nessuno dei due vuole mettere fine alla loro storia perché, in fondo, si amano ancora. L’amore è l’unica costante nella loro vita anche se non sanno più come far funzionare l’intera equazione. Un desiderio forte di maternità e l’infertilità saranno le cause del loro dolore e del loro allontanarsi, entrambi non vogliono far soffrire l’altro ma, come loro stessi affermano, sono egoisti con l’altro per lasciarlo andare. Tutto quello di cui hanno bisogno è ritrovarsi e parlare ma proprio il dialogo è il loro più grande ostacolo. Solo una scatola, un ricordo, appunto, custodito per otto anni sarà la loro rinascita definitiva.
Voglio lottare per lui.

Voglio lottare per lui quanto sta lottando lui per me.
 Vivremo una “danza” di emozioni, i capitoli passato e presente sapranno farci capire come la loro storia sia nata e come, nonostante tutto, è ancora in piedi. Le lettere di Graham vi faranno davvero piangere perché tutte sogniamo un amore come il loro. Due personaggi che sono molto vicini al nostro quotidiano, che affrontano le difficoltà di ogni coppia.
Vi dirò che la Hoover è un’autrice formidabile, ha scritto una storia intensa e sotto certi aspetti difficile, ha raccontato di come una coppia possa perdere di vista il vero significato dell’amore, di come una storia può naufragare quando ci si fa sopraffare dalle incomprensioni o dal poco dialogo. Ha raccontato di una coppia che ha perso di vista il loro vivere insieme, mettendo al primo posto un desiderio e perdendo di vista la loro passione. Il gioco presente/ passato ha spiegato in modo totalizzante questa coppia, nonostante le loro difficoltà e indecisioni sono riusciti a ritrovarsi e ad essere quelli di un tempo. Potrei stare ore a descrivere e parlare di questo libro ma nessuna parola ne renderebbe davvero giustizia, vi dico che io leggo molto ma sicuramente questa è una delle letture più belle di questo 2019. La Hoover ha creato un altro capolavoro e, non mi vergogno ad ammetterlo, ho pianto come una fontana alla fine.
Come sempre aspetto le vostre opinioni.
Un bacio Francesca.




Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver lasciato il tuo pensiero.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...