Seguimi su Instagram Aggiungimi su Facebook Seguimi su Twitter Segui il Canale di Youtube

tag foto 1 tag foto 1 tag foto 1

30 lug 2019

L'unica cosa che conta di Cora Brent [recensione in anteprima]

Oggi vi parlo di un libro sporco, una storia torrida e dal linguaggio davvero scurrile, “L’unica cosa che conta” di Cora Brent sicuramente non sarà un libro per tutti.
Devo dire che, come per i primi due libri della serie, mi è piaciuta molto la storia di Stephanie e Chase e non ho trovato nulla di volgare nel loro linguaggio perché se una persona cresce convinta di essere feccia di sicuro non potrà usare un linguaggio aulico.
Dopo questa piccola riflessione vi inizio a parlare del libro e di quello che penso.
Dei tre fratelli Gentry, Chase era quello che mi incuriosiva di più perché viene descritto come un buffone ma, si sa bene, anche il più grande Casanova cade vittima dell’amore.
Sei mia, tesoro.
Sei mia, cazzo

Mi è piaciuto molto il suo personaggio, ha cercato di trovare il suo posto dopo che i fratelli gemelli avevano trovato la loro anima gemella; ha lottato contro le sue paure e dipendenze e sicuramente ne ha trovata un’altra, ma stavolta, ha le sembianze di una ragazza scontrosa che non cede al suo fascino.
Stephanie è un mistero, sembra una regina di ghiaccio. Non si fida di nessuno e sa che per Chase lei è una sfida, non riesce però a dire di no a quello sguardo intenso e nonostante la delusione e l’umiliazione subita si fida del ragazzo più popolare di tutta l’Università.
Sembrano due anime destinate a rovinarsi a vicende perché dietro si portano una storia di abusi e delusioni, violenze e umiliazioni, niente sarà facile per loro, ma quello che li unisce è più forte di qualsiasi cosa, anche di piccole bugie.
 
Il viaggio nell’abisso era finito.
Non stavo più cadendo.

 È un romanzo che vi farà davvero riflettere; tra tutti i fratelli sicuramente Chase è il più riflessivo e intenso, si nasconde al mondo ma con Stephanie non ci riuscirà, Stephanie ha una storia davvero difficile e l’amore di Chase la farà sbocciare e uscire dal guscio. Sono due anime affini e nemmeno il linguaggio molto colorato disturberà perché, come vi dicevo, entrambi vengono da mondi oscuri e non possono usare un linguaggio alla Dante Alighieri. Per alcuni sembrerà eccessivo, ma secondo me, è perfetto per il romanzo e per la storia che racconta. Mi è piaciuto il POV alternato perché comunque leggeremo i loro veri aspetti e le loro paure e debolezze, è un romanzo forte senza ombra di dubbio, ma a mio parere, è un romanzo che vale la pena leggere specie se si è letti la storia degli altri fratelli. Spero che la Newton continui la serie e ricordo che ogni libro è conclusivo.
Un bacio Francesca.


Per leggere la trama QUI




Seguimi su Facebook e Instagram
Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic



Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per aver lasciato il tuo pensiero.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...